• popcornblogazine
  • David Bowie
  • bowie_stripped_bodysuit
  • david_bowie_young_singer_celebrity
  • david-bowie-david-bowie-jpeg-07dd5ac3afa6801aa60150a6521d7046-big-122669
  • figurino-e-botas-que-estarc3a3o-na-exposic3a7c3a3o-photograph-by-masayoshi-sukita-c2a9-sukita-the-david-bowie-archive-2
  • maxresdefault
  • 1971_ward_sphinx_600h
  • 1973_sukita_mime_sit_600h

Vi sbagliate, quelli come David Bowie non muoiono!

Certe volte non mi sento una persona. Non sono che un insieme di idee di altra gente.
David Bowie

di K

Lunedì 11 gennaio mi sono svegliato con la voce di Luca Bottura che da Radio Capital annunciava la morte di David Bowie. Per fortuna il dormiveglia annacquava le sue parole, le rendeva irreali… e fra l’onirico e il reale sorridevo dicendogli “Ma Bottura che cazzo dici? Bowie è un vampiro e come tale è immortale” eppure lui insisteva nel dire che “il Duca Bianco non c’è più”. Solo quando nell’etere è partita Blue Jean ho davvero realizzato, perché è una di quelle canzoni che in radio passano solo se è morto chi l’ha cantata (a onor del vero Bottura, a <a href="http://www tamiflu for kids.capital.it/capital/radio/programmi/Lateral/2425479?refresh_ce” target=”_blank”>Lateral, mette sempre ottima musica). Improvvisamente mi sono scrollato da dosso il torpore del sonno, “cazzo, è morto Bowie!” allora, per assurdo, sarebbe stato un gran giorno, almeno per quel lunedì la mediocrità artistica che da tempo ci opprime con Modà, Emmimarroni vari, sarebbe stata spazzata via da un lunghissimo, infinito omaggio a un Gigante della Musica; quel lunedì tutti (!) avrebbero conosciuto la sua magnificenza artistica, tutti avrebbero parlato di David Bowie, ascoltato la sua musica in apnea nella sua arte, nella sua poesia. Dovevo fare presto, correre a vivere quella giornata in cui avremmo raccontando la sua leggenda, la sua musica: da Ziggy Stardust a Space Oddity e Starman, e poi i suoi film, e avremmo parlato di Andy Wharol, Lou Reed e Iggy Pop, Mick Jagger e “Angie”; aneddoti, frasi, testimonianze.
Oh che giornata!

L’11 Gennaio 2016, il nome e la storia di David Bowie hanno risuonato per ogni angolo del mondo, in continuazione, e tutti noi siamo diventati parte del mito senza fine; perché quelli come Bowie non muoiono. Il Duca Bianco è più vivo che mai!

Stefano Di Modugno View more

Contiene moltitudini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *