• IMG_7179
  • IMG_7190
  • IMG_7177
  • IMG_7167
  • IMG_7162
  • IMG_7155
  • IMG_7151
  • IMG_7146
  • IMG_1205
  • IMG_1206
  • Opera_pupara_Orlando_Papa
  • IMG_1209
  • IMG_7143
  • IMG_7144

Signori e Signore, ecco a voi l’Opera Pupara Orlando Papa

Siamo stati creati per andare in giro a raccogliere storie per poi raccontarvele.

di Samantha Lamonaca

ph Alessandro Nicosia

A proposito di storie, ce ne sono alcune che non andrebbero dimenticate mai, come l’arte dei Pupi Siciliani, per esempio.
Voi lo sapete cosa si nasconde dietro questo mestiere? Siamo andati a curiosare in un laboratorio pieno di passione, aneddoti, idee… Siamo nel laboratorio di Salvatore Papa, puparo ultra ottantenne e figlio d’arte, che con il socio, ormai amico, Francesco Orlando, attore, che nel teatro di figura ha lavorato a lungo in ambiti sia di sperimentazione che di tradizione; mantengono viva la pratica antica dell’Opera dei Pupi, attraverso rivisitazioni fiabesche, opere e poemi. Insieme hanno creato l’Opera Pupara Orlando Papa nata nel 2011, a Milano, con la volontà di realizzare un progetto di rinnovamento e continuazione. Il cuore sta nel mantenere accesa la fiamma e la curiosità delle nuove generazioni, su un’arte che piano piano sta scomparendo. Qui, tutto proviene da materiali di riciclo, e tutto è fatto a mano: dagli abiti per i pupi alle scenografie, dalle teste dei pupi stessi ai corpi intagliati nel legno, dai fondali alle scelte delle storie da rappresentare. Il lavoro di squadra è il massimo comun denominatore, per far funzionare le cose. Salvatore e Francesco scarabocchiano bozzetti su carta e poi si dividono i compiti. C’è chi scolpisce, chi cuce i vestiti di scena, chi dipinge le scenografie, chi si occupa dei testi, chi delle musiche, chi degli adattamenti e chi delle voci. Due uomini che insieme ne fanno dieci. Ma anche famigliari e amici sono d’aiuto, sempre pronti a donare materiali di riciclo. La politica è che niente viene buttato via e tutto può rinascere in un altro oggetto. La cura e la passione che Salvatore e Francesco ci mettono, si vede nei dettagli, che sono sorprendenti e fanno la differenza. Interessante la creazione di un pupo ad effetto ovvero un pupo che si smonta e si ricompone con pezzi intercambiabili perfetto per le scene di combattimento o morte. Ogni pupo prende vita in una rappresentazione teatrale e si muove bene o male solo grazie al proprio puparo, che deve concentrarsi e mettere tutte le caratteristiche del personaggio che interpreta, nei movimenti del proprio corpo. Se fatto bene, lo spettacolo che ne verrà fuori sarà memorabile. Non so se ne siete al corrente, ma i pupi sono pesantissimi, quindi immaginate la difficoltà nel poterli rappresentare al meglio. E qui, sono maestri in questo. L’armonia si sposa con la perfezione e la fatica dell’impegno va in direzione dell’espressione di ogni singolo pupo. Quando gli uomini decidono di dedicarsi alle proprie passioni, spesso senza alcuna finalità particolare, diventano custodi di una grande sapienza artigianale che dà vita ad un’arte unica al mondo. Oggi, la prima realizzazione compiuta dell’Opera, è rappresentata dal combattimento tra Orlando e Agricane, ma le storie sono in continua evoluzione e le collaborazioni e le richieste esterne non sono da meno. Da poco l’Opera gira nelle scuole, inutile dire che maestre e bambini ne rimangono sempre affascinati. Salvatore e Francesco hanno bisogno di farsi conoscere, per fare in modo che quest’arte non venga mai dimenticata. Noi li aiutiamo ad espandere il verbo.

Info: ipupidiorlandopapa@gmail.com

Samantha Lamonaca View more

Volevo solo fare la giornalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *